fbpx

Così come per molti animali, anche la coda del cane è un noto mezzo di comunicazione. I quattro zampe la usano per mandare dei segnali agli altri, ma non tutti sono in grado di capire come interpretare postura e movimenti. Ovviamente i cani a cui la coda viene tagliata (cosa sbagliatissima e crudele), possono avere seri problemi a comunicare con gli altri animali.

La coda è uno strumento di comunicazione, e il suo uso si evolve con l’evolvere del quadrupede. Il professore americano Stanley Coren ha definito la coda “una bandiera che segnala al mondo lo stato d’animo del cane”.

Andiamo quindi con ordine e analizziamo insieme questi due aspetti molto rilevanti.

Postura

  • alta e dritta: il cane è sicuro di sè, attivo e pronto a scattare se necessario. Solitamente si può notare che il cane è leggermente proteso in avanti e un po rigido. In questa situazione il nostro amico a quattro zampe è pronto ad uno scontro diretto.
  • coda sotto di sè: il cane è spaventato e molto insicuro. Non è a suo agio nella situazione in cui si trova e si può notare un atteggiamento abbastanza passivo. Qualora ci sia uno scontro probabilmente eviterà di battersi.
  • rilassata: il cane è tranquillo, rilassato ed equilibrato. Si trova a suo agio nella situazione in cui è ed è pronto ad interagire in modo costruttivo con gli altri.

 

Movimenti

  • scodinzolante: solitamente accompagnata da movimenti ampi e rapidi, indica che in quel momento il cane è felice (per esempio di vederci).
  • coda alta e movimenti lenti: il nostro quattro zampe è in tensione, probabilmente non sa bene cosa fare.
  • bassa tra le gambe e scodinzolante: il cane è teso, al momento del contatto potrebbe ringhiare, o addirittura mordere.
  • coda all’altezza del corpo: il cane è molto teso e diffidente. Potrebbe essere pronto a scappare, oppure a mordere

Conclusione

Ovviamente questi sono solo dei segnali indicativi dell’atteggiamento e dello stato d’animo del nostro peloso. Dobbiamo sempre considerare poi le caratteristiche proprie di ogni razza, nonchè la conformazione delle varie code. Ricordiamo infine che in alcune situazioni i quattro zampe provano a mordersi la coda ruotando su sè stessi. Questo atteggiamento potrebbe essere legato ad uno stato di disagio derivante da insufficiente attività fisica e mentale. Questo comportamento, se reiterato, potrebbe derivare anche da patologie organiche, quindi consigliamo di portare il cane dal proprio veterinario.

Scopri altri articoli doggys qui!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *